LICATA

Ruspe a Torre di Gaffe: demolizioni ferme, ma oggi si ricomincia

di

LICATA. È stata una lunga giornata, per magistrati, forze dell'ordine e manifestanti, quella di ieri a Palma di Montechiaro. Una giornata in cui il tempo, scandito da un sole cocente, sembrava non passare mai.

Iniziata alle 8 del mattino, quando almeno cento persone hanno bloccato l'ingresso a Torre di Gaffe, con donne e bambini davanti a tutti gli altri, si è conclusa solo nel tardo pomeriggio, quando le forze dell'ordine, dopo avere tentato per molte ore di convincere i manifestanti a togliere il blocco, hanno desistito, ma solo per poco.

E', praticamente certo, che già stamani torneranno alla carica per eseguire le ordinanze di demolizione firmate dal Comune di Licata su impulso di Renato Di Natale ed Ignazio Fonzo, rispettivamente capo ed aggiunto della procura della Repubblica di Agrigento.
Il confronto è durato tutta la giornata, ma senza esito.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook