COMUNE

Demolizioni a Licata, oggi le ruspe nella zona di Gaffe

di

LICATA. Oggi, a quindici anni dall'ultima volta, le ruspe accendono di nuovo i motori a Licata. Iniziano nelle prime ore di stamani, infatti, le demolizioni di 15 immobili abusivi che il Comune ha appaltato, lo scorso 30 di ottobre, all'impresa edile Paternostro Salvatore di Comiso.

Salvo imprevisti dell'ultimora ad essere demolita per prima sarà una villetta di Torre di Gaffe, frazione balneare di Licata che si trova a metà strada con Palma di Montechiaro ed in estate è abitata soprattutto da palmesi, oltre che da villeggianti che giungono dall'entroterra agrigentino e nisseno. Le demolizioni hanno inizio in virtù del protocollo di intesa che il sindaco di Licata, Angelo Cambiano, lo scorso 7 di ottobre ha siglato con la procura della Repubblica di Agrigento, rappresentata dal procuratore capo Renato Di Natale e dall'aggiunto Ignazio Fonzo.

E' stata la procura, per ripristinare la legalità, a dare infatti impulso alle demolizioni in provincia di Agrigento. Alcuni abbattimenti, come è noto, hanno avuto luogo già a Realmonte, ad Agrigento, ed a Palma di Montechiaro. Quello di Licata, però, sarà di gran lunga l'intervento più incisivo, considerato che a finire giù saranno ben quindici edifici.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook