SQUADRA MOBILE

Aragona, tredicenne denuncia il bullo che lo minacciava

di

AGRIGENTO. Quelle richieste di denaro si facevano sempre più pressanti. Le minacce che subiva, in silenzio, erano ormai diventate il suo incubo. Un incubo nel quale ciclicamente, suo malgrado, piombava. Con coraggio, un tredicenne ha scelto di non subire più e, supportato dai genitori, si è recato in Questura, ad Agrigento, dove ha denunciato quello che stava vivendo.

Agli agenti della Terza sezione della Squadra Mobile - quelli che si occupano di indagare, in particolare, sui reati riguardanti la cosiddetta «violenza di genere» e sui minori - ha raccontato tutti i particolari degli atti prevaricatori subiti da un diciassettenne suo concittadino.

Un diciassettenne che - secondo quanto è stato ufficialmente ricostruito ieri dalla Squadra Mobile - avrebbe chiesto, al tredicenne, soldi per l'acquisto di un Iphone da regalare alla propria ragazza, nonché altre piccole somme di denaro per le ricariche del cellulare. Alla denuncia sono seguite le indagini. Ed al termine degli accertamenti, la polizia di Stato ha denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Palermo, il diciassettenne.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook