IL CASO

«Le aumento la pensione», truffato ottantenne ad Agrigento

di

AGRIGENTO. Da un ottantenne si sono fatti consegnare 500 euro. Avrebbe dovuto essere l'acconto per la merce che si accingevano a consegnare. Consegna che, in realtà, non c'è mai stata. Da un settantacinquenne, invece, spacciandosi per impiegati dell'Inps, hanno preteso 40 euro. I soldi necessari - a loro dire - per avviare l'iter che gli avrebbe fatto avere un aumento di 100 euro al mese sulla pensione. Truffatori scatenati, ieri, fra il quadrivio Spinasanta ed il quartiere satellite di Fontanelle, ad Agrigento.

Quattro i casi, ma sono soltanto gli ultimi di una lunga serie, segnalati. Ad agire, almeno in due casi, sarebbero stati due individui a bordo di un furgone bianco. Nel "mirino" dei raggiri, ancora una volta, gli anziani. Nonostante i molteplici, accorati, appelli alla prudenza - lanciati dalla Questura e dal comando provinciale dei carabinieri - gli anziani continuano a fidarsi degli sconosciuti e, dunque, incappano in truffe.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook