ARMA

Ribera, spacciavano nella villa comunale: due arresti

di

RIBERA. I carabinieri li avrebbero sorpresi mentre spacciavano hashish all'interno della villa comunale di Ribera. I fatti che hanno portato all'arresto di due tunisini che risiedono nel centro crispino, Mohamed Amin Chamtouri Manai, di 35 anni, e Naim Saidi, di 32, si sono verificati intorno alle 20. I militari li hanno bloccati in flagranza di reato. A quanto pare i due, che hanno un regolare permesso di soggiorno, erano appena arrivati a Ribera da Palermo.

I militari della tenenza crispina, dopo un prolungato servizio di osservazione in corso Umberto I, avrebbero sorpreso i due tunisini mentre spacciavano una dose di hashish ad un minore del luogo. Fermati e condotti in caserma, dopo le formalità di rito sono stati tradotti su disposizione dell'autorità giudiziaria presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari. "Ribera - dice il comandante della compagnia dei carabinieri di Sciacca, capitano Salvatore Marchese - si conferma ancora una volta teatro che necessita di una costante vigilanza e di un'efficace azione repressiva nei confronti di soggetti che in maniera abituale e professionale vivono di attività criminali". Ma i carabinieri quest'azione la svolgono e sono stati decine li arresti per droga effettuati negli ultimi anni nel centro crispino.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook