SENTENZA

Palazzo «Crea» di Agrigento, primo maxi-risarcimento dopo il crollo

di

AGRIGENTO. Commerciante di borse e pelletteria evacuato dopo il crollo del costone del viale della Vittoria sarà risarcito con un milione di euro. L'immobile, secondo quanto ha deciso il giudice Gerlando Lo Presti Seminerio, si trovava in stato di grave pericolo e non poteva essere affittato, senza che venisse fatto presente.

Di conseguenza l'imprenditrice, assistita dallo studio legale Triolo-Sgarito, ha promosso una causa civile nei confronti del proprietario dell'immobile che le aveva affittato i locali e il tribunale ha ordinato il risarcimento del danno quantificato in un milione di euro. A distanza di due anni dal 5 marzo del 2014, quando il crollo del costone sovrastante il viale della Vittoria, costrinse all'evacuazione - solo in parte rientrata - decine di famiglie e molte attività commerciali, una sentenza conferma un dato che potrebbe avere un seguito nell'indagine penale portata avanti dal pubblico ministero Andrea Maggioni. Il crollo del costone non è stato un evento imprevedibile. C'erano tanti segnali che erano noti sia al Comune che ai privati.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X