SECONDO GRADO

Ribera, cedette dose mortale: chiesta condanna

di

RIBERA. Il procuratore generale ha chiesto ieri la conferma della condanna a 9 anni di reclusione per Valerio Zinerco, di 29 anni, di Ribera, una tra le figure centrali del processo per droga scaturito dall'operazione "Veleno" condotta dai carabinieri.

La parte civile, rappresentata dall'avvocato Rino Messina, si è associata alla richiesta e il presidente di sezione, Gianfranco Garofalo, ha rinviato l'udienza al 20 maggio per la discussione della difesa, rappresentata dall'avvocato Giovanni Forte, e per la sentenza.

Il giudizio di primo grado è stato emesso dal Tribunale di Sciacca, ma con il rito abbreviato condizionato. La pena è stata maggiore rispetto a quella sollecitata dal pubblico ministero, Alessandro Moffa, che aveva chiesto 8 anni di reclusione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook