CARABINIERI

"Marijuana sul terrazzo", un arresto a Ravanusa

di

RAVANUSA. Coltivava «cannabis indica» (dalla quale si ricava la marijuana) sul terrazzo di casa. Con questa accusa è finito in manette a Ravanusa il carpentiere di 38 anni Gioacchino Falletta. Ad arrestarlo, in seguito ad una perquisizione che ha avuto luogo nel pomeriggio di venerdì, sono stati i carabinieri della stazione cittadina, coordinati dal capitano Marco Currao che guida la compagnia di Licata dell'Arma. Oltre ad arrestare il carpentiere, i militari hanno denunciato a piede libero la moglie dell'uomo, che ha 44 anni, ed il figlio di 22 anni. Secondo i carabinieri i tre "si sono resi responsabili - si legge nel comunicato stampa diffuso ieri dall'Arma - in concorso ed a vario titolo, di produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti".

«In particolare i militari dell'Arma, in seguito ad una mirata e rapida attività info - investigativa, eseguivano - scrive la compagnia di Licata nel comunicato stampa diffuso ieri - una perquisizione locale presso l'abitazione del trentottenne carpentiere, ubicata nel centro della cittadina, nel corso della quale venivano rinvenute ben 69 piantine di «cannabis indica», coltivate proprio nella terrazza dell'abitazione, in altrettanti vasi, dell'altezza di 70 centimetri circa, in buono stato di vegetazione, il tutto posto sotto sequestro».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X