L'EMERGENZA

Porto Empedocle, si cammina tra i rifiuti

di

PORTO EMPEDOCLE. A Porto Empedocle ormai, si cammina tra i rifiuti, Non è un modo di dire o un’esagerazione. A peggiorare la situazione, ci ha pensato il forte vento di scirocco che nell’ultimo fine settimana ha sferzato la città di Montalbano facendola somigliare più ad una discarica a cielo aperto che alla Vìgata dei romanzi di Camilleri.

Quintali di rifiuti ammassati ai bordi delle strade, sui marciapiedi, davanti ai portoni delle case. E ieri l’Asp di Agrgento ha inviato una lettera alla prefettura per segnalare, qualora qualcuno non se ne fosse accorto, che siamo ormai in piena emergenza igienico sanitaria. Del commissario straordinario Margherita Rizza non ci sono notizie e la raccolta, fatti salvi i servizi essenziali previsti per legge, è ferma. Ieri mattina i rappresentanti delle aziende Iseda, Icos ed Ecoin sono stati ricevuti dal vice prefetto Elisa Vaccaro che ha poi riferito a Nicola Diomede lo stato dell’arte della situazione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook