EMERGENZA

Porto Empedocle, un mese di rifiuti per le strade

di
porto empedocle, rifiuti, Agrigento, Cronaca
Il prefetto Nicola Diomede

PORTO EMPEDOCLE. Anche la politica, almeno una parte di essa, sta prendendo contezza che la situazione al comune di Porto Empedocle è collassata e trova il coraggio di dire qualcosa. Dopo il Movimento Cinquestelle che nei giorni scorsi, raccogliendo l’invito dei parroci che hanno già incontrato il prefetto Diomede, ha chiesto un intervento urgente della Corte dei Conti e delle istituzioni tutte, adesso è il deputato regionale Margherita La Rocca ad annunciare di aver chiesto la convocazione urgente della Commissione regionale Ambiente per affrontare la situazione. «Raccolgo sin da adesso l’appello che i parroci della città empedoclina hanno fatto e che è stato accolto con grande sensibilità dal prefetto di Agrigento Nicola Diomede.

Le casse comunali versano in una condizione economica gravissima che non permette nemmeno di rispettare più gli impegni minimi di spesa. In particolare, per questo chiedo l’intervento della Commissione Ambiente che deve chiarire se sono state intraprese tutte le misure necessarie, comprese manovre di riequilibrio del bilancio comunale o di dissesto, risalire a cosa ha generato tutto questo e valutare ogni possibile percorso di risanamento del Comune di Porto Empedocle. Preoccupa la situazione igienico - sanitaria e il destino dei lavoratori del settore non ci sono più soldi per gli operatori ecologici e questi ultimi ormai rischiano la cassa integrazione».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook