PROCURA

Raffica di rapine nel Belice, 3 serbi restano in cella

di

SCIACCA. La Procura della Repubblica di Sciacca ha chiuso le indagini sui tre serbi sottoposti a fermo a maggio dello scorso anno, la banda che all’inizio del 2015 ha seminato il terrore, mettendo a segno quattro rapine in villa.

I sostituti Michele Marrone e Alessandro Moffa hanno raccolto elementi sufficienti per tenere in carcere e notificare l’avviso di conclusione delle indagini a Milovan Radosavljevic, di 43 anni, indicato come basista, che viveva a Canicattì; Daniel Dimitrijevic, di 19 anni, che risiede a Palermo; Liubisa Kostic, di 23 anni, residente a Palermo, indicato come il palo della banda, tratto in arresto, in flagranza di reato, dopo la rapina a Ribera.

Del gruppo avrebbe fatto parte anche un minore, S.S., di 17 anni, per il quale procede la Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo. Sono accusati di avere messo a segno rapine a Sciacca, Ribera, Santa Margherita Belice e Montevago.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook