TRIBUNALE

Accoltellò l'ex fidanzata, confermata la condanna a un riberese

RIBERA. La terza sezione della Corte d'appello di Palermo ha confermato la condanna a 7 anni e 6 mesi di reclusione per Gianfranco Termine, 27 anni, di Ribera (Ag), accusato del tentato omicidio dell'ex fidanzata e porto abusivo di coltello. L'11 gennaio 2013 avrebbe accoltellato la giovane lungo uno dei viali del cimitero di Ribera per motivi di gelosia. Termine, al momento, si trova ai domiciliari.

Nei giorni scorsi, un uomo di 46 anni è stato posto agli arresti domiciliari dalla polizia di Marsala per stalking e percosse in danno dell'ex compagna di 43 anni.

Gli atti persecutori si sarebbero protratti per diverso tempo, fin quando la donna, a cui è stata anche incendiata l'auto, si è decisa a sporgere denuncia alla polizia. La vittima ha raccontato di essere stata pedinata, di aver ricevuto molestie telefoniche e minacce che hanno profondamente minato la sua tranquillità, fino a farle temere per la propria incolumità fisica.

Altra vicenda ha visto i carabinieri eseguire un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Barcellona Pozzo di Gotto, per arrestare un 20enne di Lipari, ritenuto responsabile di stalking, rapina, furto e danneggiamento aggravato, mettendo fine all'incubo di una ragazza di 20 anni di Lipari che da circa due mesi subiva una vera e propria persecuzione.

Nel disperato tentativo di riavvicinarsi alla ragazza lo stalker ha cominciato a tempestarla di messaggi e telefonate; in alcuni messaggi vocali e immagini inviati via «whatsapp» il ragazzo si è sbilanciato in chiare minacce e intimidazioni, in alcuni casi trasmettendo foto di coltelli. L'escalation di violenza ha portato il ragazzo a passare in poco tempo dalle parole ai fatti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X