TRIBUNALE

Omicidio colposo nell'Agrigentino, scagionato Scialabba

di

AGRIGENTO. Restano soltanto quattro, al termine delle indagini, gli indagati nella vicenda riguardante la morte, in un incidente sul lavoro, il 28 febbraio del 2013, al parco eolico di contrada Rocca Ficuzza, a Caltabellotta, dell’operaio specializzato Michele Petruccio, di 22 anni.

Il pm Alessandro Moffa della Procura della Repubblica di Sciacca ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini e stralciato quattro posizioni tra le quali quella di Nicolò Scialabba, di 78 anni, di Tusa, ex presidente della Ser, società che ha realizzato l’impianto, difeso dagli avvocati Nino Caleca e Marcello Montalbano. Assieme a Scialabba, ex commissario per l’emergenza idrica di Agrigento, escono dalla vicenda Cesare Alfonsi, di 39 anni, di Casorate Primo; Gonzalez Avecilla German, di 43 anni, spagnolo; Imma D’Avanzo, di 36 anni, di Napoli.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X