RIFIUTI

Contenzioso fra Comune e Dedalo: conciliazione difficile a Canicattì

di

CANICATTI'. Anche l’azione ispettiva dei due tecnici, nominati lo scorso mese di novembre dalla Regione, non ha dato i frutti sperati. Il contenzioso aperto tra il Comune di Canicattì e la gestione straordinaria della Dedalo Ambiente è ancora lontano dall’essere risolto.

Le risultanze degli accertamenti svolti sia al Comune che presso la sede della Dedalo Ambiente dai due ispettori regionali, i funzionari del dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti dell’assessorato dell’Energia Rosario Sciacca e Francesco Giustolisi, non hanno dipanato la matassa con i due contendenti ancora alle prese con un difficile tentativo di conciliazione.

In ballo ci sono 570 mila euro che originariamente la gestione commissariale pretendeva dal Comune di Canicattì come credito per pagamenti mai effettuati dall’ente guidato dal sindaco Vincenzo Corbo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook