IMMOBILI DA DEMOLIRE

Licata e Trapani, gli abusivi chiedono lo stop alle ruspe

di

LICATA. I proprietari di case da demolire di Licata e Trapani hanno deciso di “avviare un percorso comune nel tentativo di trovare una soluzione alla questione delle demolizioni”. Il “Comitato per la tutela della casa” di Licata e quello “A casa” di Trapani, per tutta la mattinata di domenica si sono confrontati a Licata, per mettere a confronto le rispettive esperienze.

Nel trapanese i Comuni hanno già iniziato a demolire le abitazioni che si trovano entro i 150 metri dalla battigia. A Licata, come è noto, il Comune, il 30 novembre scorso, ha appaltato le demolizioni alla ditta Paternostro Salvatore di Comiso.

L’iter dell’aggiudicazione è stato completato ed è stato anche firmato il contratto, ma le ruspe per il momento non si mettono in azione perché sono pendenti due ricorsi, presentati dal “Comitato per la tutela della casa” e dall’associazione “Periscopio”, davanti ai giudici amministrativi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X