MANDORLO IN FIORE

Sagra ad Agrigento, alla sfilata pure i netturbini licenziati

di
Gli operatori ecologici senza lavoro hanno deciso di sciogliere il presidio al Comune per non pregiudicare lo svolgimento della manifestazione

AGRIGENTO. Alla Sagra del mandorlo, ci saranno anche i 12 operatori ecologici del comune di Agrigento, licenziati dopo i tagli economici del nuovo bando per il servizio rifiuti e che hanno deciso di smontare temporaneamente il presidio davanti al Municipio proprio per non creare problemi allo svolgimento della manifestazione.

E così, in mezzo alle bandiere dei gruppi partecipanti ci saranno anche gli striscioni degli operatori ecologici su cui è calato il silenzio. La loro situazione è al momento congelata. Al danno si aggiunge la beffa perché proprio per loro, la decisione della Regione avallata dal Comune di ridurre di 5 autocompattatori il servizio di raccolta e smaltimento in città, fa venir meno, di conseguenza, l'eventuale necessità di altre unità lavorative.

Anzi, matematica alla mano, è proprio il contrario. I netturbini senza lavoro hanno nuovamente scritto al prefetto e all'arcivescovo per chiedere di interessarsi della vicenda della quale però, non hanno competenza se non di coordinamento di eventuali tavoli tecnici il primo e di solidarietà umana il secondo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook