IL CASO

Porto Empedocle, stipendi non pagati: Movimento Fare con gli impiegati

di

PORTO EMPEDOCLE. «La disastrosa situazione finanziaria in cui versa il Comune di Porto Empedocle e che vede i dipendenti del comune marinaro manifestare per avere riconosciuto il diritto allo stipendio che non percepiscono da mesi, è chiaramente frutto delle amministrazioni scellerate degli anni passati, il cui operato ha evidentemente causato danni speriamo non irreversibili». È quanto dichiara Giuseppe Milano, coordinatore provinciale del movimento «Fare».

«Ci rivolgiamo alla sensibilità di tutte le autorità competenti affinchè si attivino il più celermente possibile in modo da arrivare ad positiva soluzione della vicenda. Il movimento Fare si schiera al fianco dei lavoratori e si impegna a promuovere ogni azione possibile anche in sede parlamentare, attraverso la propria deputazione, affinchè venga restituita immediatamente dignità ai dipendenti del comune di Porto Empedocle e alle loro famiglie, considerando favorevolmente e pronto a sostenere con senso di responsabilità ogni iniziativa che vada nella direzione auspicata, da qualunque parte provenga».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook