LEGA PRO

Akragas inarrestabile, anche l’Ischia paga dazio

di

AGRIGENTO. L’Akragas non si ferma più. Dal ritorno in panchina di Pino Rigoli solo vittorie (quattro in altrettante gare) e la classifica adesso inizia a sorridere. Contro l’Ischia vince il cinismo e l’esperienza ritrovata della squadra agrigentina che solo un mese fa sembrava destinata a una mesta retrocessione.

La gara la decidono nel primo tempo Di Piazza e Madonia, i giocatori più bersagliati dell’era Legrottaglie che adesso hanno ritrovato anche un feeling con la piazza e i tifosi. Si parte con oltre un’ora di ritardo perché la fascia di campo vicino alla gradinata è gremita di acqua a causa della pioggia fitta delle ore che hanno preceduto la gara.

Non basta aspirare, serve anche squadrare le linee di area di rigore e rimessa laterale. Dopo l’ultimo sopralluogo l’arbitro Massimi dà il via libera, alle 15,05, all’inizio della gara fissata per le 14. L’Akragas parte subito con il piglio giusto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook