Incidente in moto, a Sciacca l'ultimo saluto a Seby e cambiano i programmi del Carnevale

L'incidente due giorni fa quando lo scooter guidato da un amico si è scontrato con un camion

SCIACCA. Sono stati celebrati nella Chiesa madre di Sciacca i funerali del sedicenne, Sebastian  Soldano, Seby come lo chiamavano tutti gli amici, che il 4 febbraio ha perso la vita in un tragico incidente, avvenuto all’incrocio tra la Via Cava dei Tirreni e Monte Kronio, vicino al cimitero comunale. Sebastian e un altro ragazzo, D.B., rientravano da una festa di compleanno, viaggiando entrambi sullo  scooter di quest’ultimo, quando, per cause ancora in corso di ricostruzione,  è avvenuto il violento scontro con un camioncino e anche il casco non ha evitato la tragica fine. Subito dopo l’impatto, i due ragazzi  si sono ritrovati scaraventati sull’asfalto.

I medici del 118 hanno potuto fare ben poco, constatando l’avvenuto decesso, mentre il compagno di viaggio è stato trasportato urgentemente in ospedale ed è oggi fuori pericolo di vita. L’incidente ha turbato profondamente la città, al punto che, nonostante il carnevale rappresenti per Sciacca una manifestazione molto attesa, le autorità cittadine hanno ritenuto doveroso modificare il programma.

Proprio alle ore 16 oggi, mentre si svolgeva il funerale del giovane, sarebbe dovuta avvenire, secondo il programma, la consegna delle chiavi della città dal sindaco Di Paola al Peppe Nappa, maschera tradizionale, per l’apertura ufficiale della manifestazione. Inoltre, Sebastian amava questa festa e ha partecipato attivamente all’assemblaggio dello stesso Peppe Nappa nel magazzino. La cerimonia della consegna delle chiavi è stata soppressa. Il corteo non partirà alle ore 16 ma  alle 19, procedendo  in silenzio, senza musica. All’arrivo in Piazza Scandagliato, intorno alle ore 21.30, i gruppi mascherati e tutta la città saranno invitati a partecipare ad un minuto di silenzio e raccoglimento.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook