LEGA PRO

Akragas, tre partite per testare la cura Rigoli

di

AGRIGENTO. Catanzaro domani pomeriggio, Foggia mercoledì all'Esseneto e poi di nuovo in casa contro l'Ischia. Tre gare in otto giorni per l'Akragas, chiamata a confermare il proprio rilancio dopo il ritorno in panchina dell'allenatore Pino Rigoli. La squadra vista in campo prima a Monopoli e poi la domenica successiva in casa contro il Cosenza sembra rinata.

La classifica, però, è stata un po' azzoppata dalla penalizzazione di tre punti decisa per il coinvolgimento del'ex difensore del club agrigentino, Salvatore Astarita, nell'inchiesta sul calcioscommesse. Rigoli, nella conferenza stampa di martedì, alla ripresa degli allenamenti, non aveva battuto ciglio e si era detto pronto «insieme a tutta la squadra a recuperare sul campo conquistando tre punti in più».

L'atteggiamento ha fatto breccia anche nella tifoseria che si sta mobilitando per seguire la squadra a Catanzaro e spingerla verso la terza vittoria consecutiva. Ieri pomeriggio la formazione agrigentina ha disputato una seduta di allenamento allo stadio Esseneto.

Oltre a Thiago Cazà da Silva, che domenica nella sfida contro il Cosenza si è procurato una brutta distorsione alla caviglia, mancava pure il capitano Ciro Capuano alle prese con un infortunio muscolare la cui entità sarà valutata nelle prossime ore ma è molto difficile, visto che a 48 ore dalla trasferta di Catanzaro non si è allenato, che possa essere disponibile per domani.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook