COMUNE

Porto Empedocle, dipendenti pronto allo sciopero

di

PORTO EMPEDOCLE. O si trova una soluzione o si va allo sciopero generale. Dopo lo stato di agitazione proclamato nei giorni scorsi, adesso le organizzazioni sindacali, spiegano che i dipendenti del Comune di Porto Empedocle che aspettano l'accreditamento dello stipendio di gennaio, sono pronti allo sciopero generale, bloccando di fatto, l'attività di un ente ormai in pre -dissesto. Le segreterie della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil, lo hanno deciso a margine dell'ultima assemblea con i lavoratori ormai esasperati dal mancato pagamento dello stipendio ma anche, e forse soprattutto, alla mancanza di una prospettiva concreta che si tratti di un fatto episodico e non di una presa d'atto che il comune è ad un passo dal fallimento.

«Si tratta di persone che traggono sostentamento per loro e per i propri familiari dallo stipendio che mensilmente percepiscono dal Comune – dicono i sindacalisti Buscemi, Bonfanti e Danile – e sono fortemente preoccupati dalla situazione finanziaria dell’Ente che più grave di quanto sostiene l’Amministrazione guidata attualmente dal commissario straordinario Margherita Rizza. Inoltre, sembra proprio che ad oggi non si intraveda in tempi brevi alcuna soluzione. Noi, come organizzazioni sindacali, giudichiamo la situazione estremamente grave, ed esprimiamo preoccupazione per i disagi che i cittadini e i lavoratori potranno subire, per assicurare la regolarità nell’erogazione delle spettanze al personale».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X