L'ALLARME

Agrigento, "Date soldi alla Finanza": ma è una truffa on line

di
Il comandante provinciale Massimo Sobrà: «Stiamo già intervenendo per risalire ai responsabili di questo inganno»

AGRIGENTO. In principio fu un sito, ovviamente falso, della Polizia di Stato che chiedeva soldi per sbloccare il computer che avrebbe navigato su siti off-limit. Alcuni pagarono, in moti denunciarono e alla fine la truffa telematica venne individuata e smantellata.

Adesso, i pirati del web ci riprovano, questa volta mettendo in campo la Guardia di Finanza e Poste Italiane facendo girare una mail con cui invitano a somme importanti. Destinatari per il momento sono aziende e organi di informazioni a cui la mail arriva con un mittente che sembra normale e cioè finanza@gdf.gov.it.

«Informiamo – si legge testualmente nella mail fatta pervenire anche alle redazioni di quotidiani e siti on line locali - che nel nostro data base figura con 500 euro non pagati. L'importo che è possibile depositare sul nostro conto aperto presso la Tesoreria di Poste Italiane. Beneficiario Nome:Guardia di Finanza. Numero di conto: IT70D0760105138256256756259 SWIFT / BIC: BPPIITRRXXX Somma totale 500 euro. In caso contrario, verranno intraprese azioni per la chiusura delle attività».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook