IL CASO

Canicattì, 25 disabili lasciati a piedi dal Comune

di

CANICATTI'. Fermo da più di un mese il pulmino che assicurava il trasporto di bambini ed adolescenti verso un centro di terapia e riabilitazione ubicato in città.

A causa di questa situazione per oltre 20 famiglie di Canicattì sono iniziati numerosi disagi che si stanno ripercuotendo in negativo sugli stessi ragazzi, costretti giorno dopo giorno a recarsi presso il CTS sito in contrada Montagna per effettuare importanti terapie.

Contro questo disservizio, adesso, i genitori dei giovani interessati hanno deciso di rivolgersi direttamente agli amministratori comunali con una lettera indirizzata al sindaco Vincenzo Corbo ed all'assessore comunale ai Servizi Sociali Davide Gentile.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook