IL CASO

Agrigento, palacongressi allagato: "Tre milioni per ripristinarlo"

di

AGRIGENTO. S' è trasformato in una palafitta. Tre anni dopo la chiusura, il Palacongressi- l'unica struttura congressuale della Regione Sicilia, un luogo che era innovativo e tecnologico situato in luogo strategico per la Valle dei Templi e che si affaccia sul Mediterraneo- è stato ritrovato con quasi 50 centimetri d' acqua all' interno dello scantinato. È tutto allagato. Il sopralluogo congiunto effettuato dal Comune e dai tecnici del Genio civile ha avuto un esito allarmante.

«Ci sono quasi 50 centimetri d' acqua all' interno dello scantinato, laddove ci sono i corpi tecnici - ha spiegato a margine del sopralluogo il sindaco di Agrigento Calogero Firetto . E' una situazione drammatica e non piove da tempo! Immaginiamoci cosa succederà quando arriverà la stagione delle piogge". Il Palacongressi del Villaggio Mosè - che poteva ospitare convegni, seminari, workshop, esposizioni e spettacoli teatrali su circa 1.800 metri quadrati, garantendo una capienza globale di 1.400 posti - rientra frai beni demaniali della Regione posti in vendita. Adesso però è il Comune, con il suo sindaco Lillo Firetto, a firmare una ulteriore lettera di denuncia indirizzata alla Regione. Una missiva con la quale, esplicitamente, l' ente chiede alla Regione di "non fare orecchie da mercante».
DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook