IL CASO

Suicidi di giovani nell'Agrigentino: "E' allarme sociale"

di

AGRIGENTO. Ancora suicidi tra Agrigento e provincia. È un dato di fatto, una statistica che trova il suo aggiornamento nei necrologi appesi alle pareti della città. Sono numeri confermati dagli esperti. È quanto emerge da studi, reportage, statistiche e cronache di tutti i giorni. Un nuovo caso si è verificato ieri mattina. Il post su Facebook, il salto nel vuoto, poi la corsa disperata verso l'ospedale e l'ennesimo grido di disperazione. Le urla nel quartiere della tragedia fanno eco a quelle delle stanze dell'ospedale. Anche questa volta non c'è stato nulla da fare. Le vittime, spesso, sono persone che hanno perso un lavoro, in alcuni casi, come si legge anche dai dati statistici diramati dagli enti preposti, sono situazioni sentimentali finite con gesti drastici.

«Una volta - spiega Giorgio Patti dell'Asp - lasciavano lettere nel comodino, adesso i post su Facebook». Non si fa più in tempo a leggerli che è già partita l'ambulanza del centodiciotto. La corsa contro il tempo, quegli attimi già tristemente andati. «Scusatemi tutti, ma dico addio a questo mondo dove le cose immorali sono giuste, spero che Dio o qualcun altro porti giustizia... addio, mi mancherai soprattutto tu, amore mio. Mi spiace, ma ad un'azione corrisponde una conseguenza! Addio anche agli amici più stretti».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook