CARABINIERI

Racalmuto, pesta padre di 83 anni: arrestato

di

RACALMUTO. «Maltrattamenti in famiglia» e «lesioni personali aggravate». E' per queste ipotesi di reato che i carabinieri della stazione di Racalmuto, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno arrestato, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal Gip del tribunale di Agrigento Stefano Zammuto e richiesta dal pubblico ministero Santo Fornasier, Eugenio Capitano, 37 anni. A fare partire l'inchiesta a carico del disoccupato racalmutese sarebbero state - scrivono i carabinieri della compagnia di Canicattì - svariate denunce formalizzate dai familiari.

Giovedì è stato eseguito l'arresto ed Eugenio Capitano è stato trasferito alla casa circondariale Petrusa di Agrigento. Il racalmutese avrebbe, stando all'inchiesta condotta dai carabinieri della stazione di Racalmuto, più volte, selvaggiamente picchiato il padre di 83 anni. A quanto pare per vecchi alterchi, mai veramente archiviati, nonché per motivi di soldi, il trentasettenne, a partire dallo scorso 23 dicembre, avrebbe ripetutamente inferto calci e pugni contro l'anziano genitore.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X