CONDANNA

Licata, il Comune pagherà maxi risarcimento

di

LICATA. Il Comune di Licata è stato condannato a pagare, con due diverse sentenze emesse nei giorni scorsi, un risarcimento di oltre tre milioni di euro a due ditte che hanno eseguito, negli anni scorsi, lavori in città. Ricevuta la notifica delle condanne la giunta ha deciso, in entrambi i casi, di ricorrere in appello, chiedendo la modifica dei provvedimenti emessi dai giudici.

Nel 2008 la Saiseb spa aveva citato in giudizio il Comune, davanti al Tribunale di Palermo, chiedendo un maxi risarcimento. L’impresa edile aveva chiesto ai giudici di condannare l’ente, in solido con l’assessorato regionale al Territorio ed Ambiente, ed i Ministeri del Tesoro e dell’Ambiente, ad un risarcimento pari a ben 12.190.595,14 euro, a titolo di sorte capitale, più gli interessi maturati. Il Comune si era costituito in giudizio. Lo scorso 18 dicembre il Tribunale civile di Palermo ha condannato il Comune a risarcire all’azienda ricorrente 2.857.965,13 euro, oltre ad interessi, ed alle spese di giudizio liquidate in 18.620 euro. L’esecutivo in carica ha deciso di ricorrere in Appello ed ha nominato l’avvocato Giuseppe Di Stefano del foro di Palermo, impegnando per la parcella del professionista una somma pari a 21.611 euro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook