CRIMINALITA'

Sciacca, furto al «Torre Macauda»: 2 arresti

di
L’albergo è chiuso dal 2012 e a denunciare il colpo, il 20 giugno scorso, fu il custode giudiziale e delegato alla vendita dell’hotel e del residence

AGRIGENTO. Le indagini sono andate avanti per sei mesi, ma adesso i carabinieri sono riusciti a risalire a due palermitani quali presunti autori di un furto di rame da 50 mila euro all'hotel Torre Macauda, albergo chiuso e per il quale è in corso la vendita, all'asta, al Tribunale di Sciacca. Sono Salvatore Tarantino, di 25 anni, e Francesco Cataldo, di 27, il primo posto ai domiciliari ed il secondo alla misura dell'obbligo di dimora con la prescrizione di non allontanarsi dalla propria abitazione nelle ore notturne. Della refurtiva non è stata trovata alcuna traccia.

I militari della compagnia di Sciacca erano già sulle tracce di Tarantino e nella sua abitazione avevano proceduto, nei mesi scorsi, a una perquisizione. Avevano trovato 300 grammi di marijuana. Il furto a Torre Macauda, albergo chiuso dal 2012, era stato messo a segno nello scorso mese di giugno.

Ai due palermitani i carabinieri sarebbero riusciti a risalire sulla base di oggetti rinvenuti nell'albergo. Poi una serie di accertamenti culminati con l'emissione delle misure cautelari dal parte del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sciacca, Roberta Nodari, su richiesta del sostituto procuratore Michele Marrone.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X