IL CASO

Licata, commissione d'indagine per le verifiche sul depuratore

di

LICATA. Otto consiglieri comunali di Licata “indagheranno” sul depuratore della spiaggia Ripellino per scoprire, una volta per tutte, se funziona o no. Secondo le associazioni Cittadinanzattiva e A Testa l’impianto non funziona, ed anzi provoca l’inquinamento del fiume Salso. Girgenti Acque, gestore del depuratore, a più riprese ha invece ribadito che il funzionamento è regolare e non viene prodotta alcuna forma di inquinamento.

Carmelinda Callea, presidente del consiglio comunale, ha convocato l’assise per martedì sera, mettendo al primo punto all’ordine del giorno la costituzione di una “Commissione speciale di indagine conoscitiva delle problematiche relative al funzionamento del depuratore comunale”. Da parte dell’assise è arrivato il via libera alla proposta del presidente.  “Nella seduta di martedì – scrive il Comune in una nota - il consiglio comunale, dopo avere votato i verbali delle riunioni precedenti, ha approvato la costituzione della Commissione speciale di indagine conoscitiva delle problematiche relative al funzionamento del depuratore comunale. Otto i componenti chiamati a fare parte della Commissione, uno per ogni gruppo consiliare. Si tratta di: Elio D’Orsi (Noi Insieme per Licata), Giorlando Farruggio (Pdr), Giuseppe Federico (Area Popolare), Francesco Moscato (Nuovo Centro Destra), Piera Di Franco (Sicilia Democratica), Violetta Callea (Domani in rosa), Antonio Vincenti (Gruppo Misto) e Vincenzo Sica (Partito Democratico)”.

In pratica nella commissione consiliare di indagine conoscitiva sono stati eletti tutti i capigruppo consiliari. “Dopo l’approvazione di questo punto, essendo venuto meno il numero legale, i lavori sono stati aggiornati – conclude il Comune – di 24 ore”.  Palazzo dell’Aquila non ha reso noto se la Commissione di indagine si è data un tempo, o meno, entro il quale concludere i lavori. E’ però scontato, considerato quanto l’argomento sta a cuore all’intera collettività, che i lavori non potranno protrarsi all’infinito. Da qui a breve si dovrà conoscere il risultato delle indagini avviate.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X