LEGA PRO

Il futuro dell’Akragas, fiato sospeso sino a Natale

di
Dopo la sesta sconfitta consecutiva all’Esseneto, che ha fatto precipitare la squadra in zona play out, si attendono stravolgimenti

AGRIGENTO. Tutto rinviato a Natale. Fino ad allora non ci dovrebbe essere nessuna decisione da parte della dirigenza dell’Akragas dopo la sesta sconfitta consecutiva allo stadio Esseneto, che ha fatto precipitare la squadra in piena zona play out e soprattutto riportato la bufera nell’ambiente che si era rassenerato. L’allenatore Nicola Legrottaglie, subito dopo la sconfitta contro il Melfi, ha ribadito che non ha alcuna intenzione di dimettersi perché la squadra continua a seguirlo e ha il pieno controllo dello spogliatoio.

L’amministratore delegato Peppino Tirri ha ribadito il concetto ma non ha escluso che potrebbe essere lui, invece, a farsi da parte se la società non dovesse mettere a disposizione un budget significativo per la campagna di rafforzamento nel mercato di gennaio.

La posizione di Legrottaglie, comunque, non appare così solida. Al momento non è stata presa nessuna decisione anche perché il socio di maggioranza Marcello Giavarini si trova all’estero e qualsiasi scelta sarà successiva a una serie di confronti con il presidente del Cda Silvio Alessi che rappresenta un pacchetto azionario di quasi il cinquanta per cento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X