TRIBUNALE

Ribera, torna libero un giovane accusato di spaccio

di

RIBERA. Ha lasciato i domiciliari ed è tornato in libertà Steve Giovinco, di 24 anni, di Ribera. Il giovane era stato bloccato dai carabinieri, assieme a una quarantaquattrenne riberese, nello scorso mese di febbraio.

I due erano appena scesi dall’autobus, provenienti da Palermo. All’interno della borsa della donna i carabinieri hanno rinvenuto due panetti di hashish del peso complessivo di 200 grammi, 375 millilitri di metadone e un grammo di eroina. Il Tribunale del Riesame di Palermo, accogliendo la richiesta del suo difensore, l’avvocato Giuseppe Tramuta, aveva annullato la misura dei domiciliari, rimettendolo in libertà. E il giovane, intanto, si era trasferito in Germania per andare a lavorare. La Procura della Repubblica di Sciacca, però, ha fatto ricorso in Cassazione avverso l’annullamento della misura. La Suprema corte ha annullato con rinvio ad altra sezione del Tribunale del Riesame che ha deciso il ripristino della misura. Così Steve Giovinco era tornato dalla Germania a Ribera e posto ai domiciliari.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook