VIA MATTARELLA

Strada franata a Favara: incerti i tempi per gli interventi

di
Ieri mattina quattro funzionari della Protezione civile regionale hanno effettuato i controlli

FAVARA. Inviati dal capo della Protezione civile regionale, l’ingegnere Calogero Foti, ieri mattina quattro funzionari tecnici della struttura hanno effettuato un sopralluogo in via Piersanti Mattarella chiusa al traffico pedonale e veicolare dal febbraio di quest’anno a causa di un movimento franoso che ha squarciato in due la strada, tranciando anche la sottostante condotta idrica che nei giorni successivi è stata riparata dalle maestranze di «Girgenti Acque».

Nonostante siano trascorsi dieci mesi dalla frana, restano incerti i tempi di intervento, con gli abitanti e, soprattutto, i commercianti della zona disposti alle più eclatanti azioni di protesta. In effetti, via Mattarella è uno snodo importante per la mobilità urbana, collegando la parte alta della città, densamente popolata, a viale Aldo Moro.

Il Comune, che è a corto di risorse economiche, subito dopo l’episodio franoso interessò il Genio Civile che stimò in circa 300 mila euro l’intervento per rispristinare i luoghi. Purtroppo, anche la Regione Siciliana è in sofferenza, ragion per cui, ad oggi, ci sono solo promesse che non placano la collera dei cittadini che proprio in questi giorni sono chiamati a pagare vari balzelli, dall’Imu (anche agricola) alla Tasi, per finire alla tassa sui rifiuti di cui scade la quarta rata.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X