SAN GIACOMO D'ALTOPASSO

Licata, c’è uno «spiraglio» per l’Ostetricia

di
Al ministero della Sanità si è appena insediata una commissione che avrà il compito di valutare la possibilità di tenere aperti alcuni Punti nascita siciliani

LICATA. Si apre uno “spiraglio” per il Punto Nascite del San Giacomo d’Altopasso. Al Ministero della Salute, a Roma, è stata appena insediata una commissione che si occuperà di valutare la possibilità di lasciare aperti almeno 9 dei Punti Nascita siciliani destinati alla chiusura perché non raggiungono il numero minimo di 500 parti all’anno. Non si esclude la possibilità che tra questi possa esserci anche il reparto di Ostetricia del San Giacomo d’Altopasso di Licata.

«Proprio stamani (ieri ndr) – ha annunciato il sindaco Angelo Cambiano – ho parlato con il Ministero della Salute ed un dirigente mi ha informato dell’insediamento della commissione chiamata a decidere circa il mantenimento in vita dei Punti Nascita. Non ho ricevuto alcuna assicurazione riguardo alla struttura della nostra città, ma mi è sembrato di cogliere una nota di ottimismo nelle parole del dirigente del Ministero. Ora attendiamo notizie».

Ovviamente è necessario che le notizie arrivino in tempi brevi, considerato che la proroga concessa dal Ministero della Salute, e dall’assessorato regionale alla Sanità, al Punto Nascite di Licata scade il 31 dicembre prossimo. Dunque tra meno di 20 giorni il reparto potrebbe chiudere i battenti per sempre. Bisogna muoversi, e farlo subito.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X