GIUNTA

Bilancio di previsione a Favara, sì dei revisori ma con riserva

di

FAVARA. A tappe forzate procede l’iter che dovrebbe portare all’approvazione del bilancio di previsione 2015. Un vero paradosso se si considera che non c’è più nulla da prevedere visto che mancano poco meno di tre settimane alla fine dell’anno.

L’ultima luce verde l’hanno fatta accendere i revisori dei conti che hanno espresso parere positivo sul documento finanziario seppur condizionato ai chiarimenti che dovrà fornire l’amministrazione comunale in ordine al recupero delle spese di demolizione di vecchi e fatiscenti fabbricati che costituivano un pericolo per l’incolumità pubblica. In effetti, dopo la morte delle sorelline Bellavia, avvenuta nel febbraio 2010 per il crollo dell’abitazione in cui vivevano, il Comune monitorò tutto il centro storico affidando a varie imprese il compito di abbattere quegli immobili che manifestassero precarie condizioni di stabilità, non avendo gli interessati ottemperato in modo autonomo o a seguito di diffida degli uffici comunali.

L’intervento fu pagato dal Comune che si sarebbe dovuto poi rivalere sui proprietari. Secondo i revisori, Claudia Restivo, Filippo Lipari e Giuseppe Signorino, manca questo passaggio ma soprattutto mancano nelle casse del Comune circa un milione e 400 mila euro per gli esborsi effettuati e mai rientrati. E siccome c’è il rischio che i crediti si prescrivano, la loro preoccupazione è più che legittima. Come al solito la voce che incide di più sulle poste di bilancio sono i pagamenti degli stipendi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook