GIUNTA

Licata, ancora scontro per il depuratore

di

LICATA. La politica prova a dare risposte ai dubbi che da più parti vengono sollevati circa il funzionamento del depuratore comunale che si trova sulla spiaggia Ripellino di Licata, alla foce del fiume Salso.  Per le 17.30 di domani il presidente del consiglio comunale, Carmelinda Callea, ha convocato l’assise in seduta aperta. I lavori, in via del tutto eccezionale, si terranno nella sala capitolare del complesso conventuale del Carmine piuttosto che nell’aula consiliare.

Ma ciò è necessario proprio per consentire la partecipazione dei cittadini e delle associazioni che da anni chiedono risposte sull’impianto posto a due passi dal centro storico cittadino.
Secondo Girgenti Acque, ente gestore, il depuratore funziona adeguatamente. Ed a supporto della tesi sostenuta, la società agrigentina porta il risultato degli esami eseguiti alla foce del fiume Salso, proprio dove finisce l’acqua depurata.  Sono, soprattutto, le associazioni “A testa alta” e Cittadinanzattiva ad avanzare, invece, dubbi sul funzionamento della struttura. A più riprese, anzi, le due associazioni hanno sostenuto che il problema di inquinamento dell’acqua del fiume, e di conseguenza, del mare esiste eccome.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook