LEGA PRO

Akragas, contro il Messina per dimenticare il Foggia

di

AGRIGENTO. Al lavoro per iniziare a preparare la trasferta di Messina, in programma sabato sera alle 21. L'Akragas, ieri pomeriggio, ha ripreso gli allenamenti allo stadio Esseneto. Prima di scendere in campo, nel chiuso dello spogliatoio, il consueto faccia a faccia fra l'allenatore Nicola Legrottaglie e i giocatori. Dalla partita di domenica con il Foggia, al di là della sconfitta, sono arrivati importanti segnali di fiducia perché la squadra ha mostrato ampi miglioramenti sul piano del gioco e della personalità. Tanto che a fine gara il pubblico ha messo da parte la contestazione per applaudire.

C'è però qualche nota meno lieta. Riguarda l'attaccante Matteo Di Piazza che ha fatto infuriare Legrottaglie per essersi fatto espellere per proteste nel momento in cui la squadra doveva rimontare lo svantaggio. Poco prima anche Fiore si era fatto cacciare per lo stesso motivo dalla panchina. Entrambi sono stati squalificati per due turni. Legrottaglie, dopo la partita col Foggia, aveva annunciato che a Di Piazza avrebbe detto "in faccia" quello che pensava bacchettandolo anche per un mancato passaggio al centro dell'area. "Se la società ha preso provvedimenti? Li prenderemo come sempre - risponde l'amministratore delegato Peppino Tirri - quando un giocatore viene espulso. Abbiamo delle regole e vanno rispettate".

L'unico che non è sceso in campo ieri pomeriggio per la prima seduta settimanale, è l'argentino Sergio Almiron che domenica era stato inserito nella lista dei convocati e alla fine è rimasto fuori. Sta meglio, invece, il terzino Lovric alle prese con un problema alla spalla. Allenamento a parte per Thiago. Si è rivisto dopo l'infortunio al ginocchio anche Aveni. "Rispetto a domenica - ha detto Tirri, a bordo campo durante l'allenamento - rientrano anche Aloi e Vicente. Contro il Foggia il tecnico aveva solo due cambi e ha dimostrato ugualmente di sapere trovare la soluzione tattica ideale. Purtroppo la sfortuna ha voluto che non portassimo a casa neanche un punto ma da questa gara abbiamo avuto la consapevolezza di essere sulla strada giusta e l'ennesima conferma di avere ingaggiato un ottimo allenatore".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X