TRIBUNALE

La morte di Chiara La Mendola, chiesta archiviazione per l’automobilista

di

AGRIGENTO. L'automobilista Giuseppe Valenti, 79 anni, secondo il pubblico ministero Brunella Sardoni, non è responsabile della morte della ventiquattrenne Chiara La Mendola, caduta dal suo scooter il 30 dicembre del 2013 a quanto sembra a causa di una buca.

Il magistrato titolare dell'inchiesta, che ha già chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio di due funzionari comunali (il dirigente dell'ottavo settore Giuseppe Principato e il funzionario Gaspare Triassi, responsabili della manutenzione stradale e della viabilità), per la seconda volta ha presentato una richiesta di archiviazione nei confronti di Valenti. Istanza alla quale si è opposto subito il difensore di Ignazio La Mendola, fratello della povera Chiara, l'avvocato Salvatore Pennica. La vicenda, quindi, torna all'esame del gip Stefano Zammuto che dopo la prima opposizione aveva ordinato nuove indagini "ritenute necessarie per superare le oggettive incertezze e avere un quadro completo".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook