TRIBUNALE

Estorsioni, scarcerato un imprenditore di Siculiana

SICULIANA. Antonino Gagliano, 48 anni,  l'imprenditore di Siculiana che era stato arrestato il 10  novembre scorso dai carabinieri per estorsione è stato  scarcerato. Il Riesame ha accolto in parte il ricorso del legale  Calogero Meli, ritenendo insussistente una delle due ipotesi di  estorsione contestata ed ha sostituito la misura cautelare in  carcere con l'obbligo di firma tre volte alla settimana.  L'ordinanza di custodia cautelare in carcere era stata firmata  dal Gip del tribunale di Palermo Wilma Angela Mazzara su  richiesta del Pm della Dda Rita Fulantelli.

Secondo le indagini dei carabinieri della Stazione di Siculiana, l'uomo avrebbe commesso estorsioni ai danni di un noto imprenditore della zona che  nel luglio del 2014 aveva anche subito un atto intimidatorio.

Proprio da quell'episodio, infatti, partirono le indagini dei militari dell'Arma, che hanno portato alla misura cautelare eseguita stanotte ed emessa su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Palermo.

I carabinieri, supportati dalle denunce dell'imprenditore, hanno accertato come il Gagliano, tramite fatture "gonfiate" riferite a forniture di calcestruzzo mai consegnato, abbia estorto diverse migliaia di euro. Decisiva è stata la collaborazione fornita dall’imprenditore che non si è piegato al racket del pizzo e ha denunciato il proprio estorsore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X