L'EMERGENZA

Canicattì, migranti chiedono cibo alla polizia

CANICATTI'. Diciassette migranti, identificati tre giorni fa dopo uno sbarco a Lampedusa e per i quali è stata decretata l'espulsione dal nostro territorio, si sono presentati al commissariato di Canicattì (Ag) chiedendo assistenza e denaro per mangiare.

Del caso sono stati informati dal sindaco Vincenzo Corbo la prefettura e la questura. Venerdì scorso altri sette migranti erano giunti nottetempo in città e solo grazie alla generosità di cittadini e amministratori comunali era stato possibile rifocillarli e metterli su un pullman per Roma. Il sindaco, in assenza di una soluzione per i 17 extracomunitari, si dice pronto a condurli in prefettura ad Agrigento e protestare insieme a loro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook