SERIE D

Legrottaglie non si fida: «Akragas, attento»

di
«Siamo in totale emergenza e i nostri rivali hanno un organico di qualità, a cominciare da Bogliacino che ha giocato in A»

AGRIGENTO. Non sottovalutiamo il Martina Franca perché siamo in totale emergenza e perché abbiamo studiato i nostri avversari, di conseguenza sappiamo che hanno una squadra di qualità soprattutto in avanti». L'allenatore dell'Akragas Nicola Legrottaglie non si fida del fanalino di coda del girone C della Lega Pro. La formazione agrigentina è reduce dal pesante ko casalingo contro la Casertana ma mercoledì ha cercato di mandare in archivio la scoppola (con la relativa ondata di polemiche feroci) sbarazzandosi del Catanzaro e conquistando l'accesso agli ottavi di finale di Coppa Italia che la vedranno impegnata a Lecce il 16 dicembre.

«Bisognerà mettere sulla bilancia anche un po' di stanchezza - aggiunge Legrottaglie - perché qualcuno che ha giocato mercoledì dovrà rigiocare. Sarà difficile gestire forze e mettere in campo una formazione. Fra infortuni e squalifiche ci mancano sei giocatori». Poche ore prima della partenza per la Puglia è arrivata la diagnosi che tutti temevano per il terzino destro Andrea Scrugli: lesione del legamento crociato anteriore, intervento chirurgico e stagione finita. L'ex fluidificante di Pescara e L'Aquila è il secondo giocatore, dopo Aveni, a rimediare questo tipo di infortunio durante la stagione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X