SICUREZZA

Appello a Mattarella dopo le intimidazioni al sindaco di Castrofilippo

di
Più di trenta «fasce tricolori» a Castrofilippo per esprimere solidarietà al sindaco Sferrazza

CASTROFILIPPO. Più di trenta fasce tricolori, la solidarietà testimoniata dalla Chiesa e un'aula consiliare piena di abitanti di Castrofilippo. Non soltanto i residenti del piccolo Comune Agrigentino, ma tutta la provincia - con i suoi più alti rappresentanti - nella serata di venerdì s'è stretta accanto al sindaco Calogero Sferrazza. L'intimidazione subita dal capo dell'amministrazione di Castrofilippo - una busta con tre proiettili e il disegno di una bara - ha "risvegliato" le coscienze di tutti i suoi colleghi ed ha fatto sì che tutti assieme, formalmente, alzassero un unico grido: "Adesso basta!".

Ogni anno di sindaci ed amministratori intimiditi, nell'Agrigentino, se ne contano a decine. Mai però tutte le fasce tricolori della provincia - i sindaci che non sono potuti andare a Castrofilippo hanno mandato il proprio vice o un assessore - si erano strette l'una accanto all'altra per sottoscrivere un documento da inviare al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e a diversi ministeri. L'appello è chiaro, unico: «Lo Stato risponda».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X