POLIZIA PROVINCIALE

Controlli dei frantoi, scatta un sequestro a Favara

di
Il nuovo intervento eseguito con i tecnici dell’Arpa, i carabinieri e la polizia municipale, è scattato dopo la segnalazione di Girgenti Acque

FAVARA. Da Ribera a Montallegro, da Joppolo Giancaxio a Naro. Ed adesso anche a Favara. La polizia provinciale e i carabinieri non mollano e sistematicamente portano avanti i controlli contro l'inquinamento da acque di vegetazione provenienti dai frantoi. E questa volta, a Favara appunto, a segnalare che "qualcosa" non andava è stata Girgenti Acque.

In quest'ultimo caso, è scattato - ad opera della polizia provinciale, che è coordinata dal comandante Vincenzo Giglio - il sequestro delle vasche di stoccaggio e, per la prima volta, è stata applicata la normativa in materia ambientale con prescrizioni tecniche, da parte della polizia giudiziaria unite ai severi riscontri dell’Arpa, per la bonifica dei luoghi inquinati.

«Il sequestro ha interessato anche un’area di 150 metri quadrati - ha reso noto, ieri, la polizia provinciale - nella quale erano collocate le cisterne adibite a deposito incontrollato di rifiuti (residui di attività produttiva, copertoni dismessi, plastiche varie e Rsu) e sanzionato un automezzo adibito al trasporto delle sanse che insozzava la strada di liquido oleoso».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook