STRUTTURE

Private o pubbliche? ad Agrigento è scontro sulle biglietterie

AGRIGENTO. Biglietterie del parco archeologico Valle dei Templi. Il sindaco, Calogero Firetto, dice "no" ai privati. E lo fa chiedendo, alla Regione, la revoca dell'affidamento in autotutela. C'è infatti una ditta che ha vinto, e da tempo ormai, la gara d'appalto.

Ma "con l'eventuale affidamento dei servizi aggiuntivi alla ditta che ha vinto l'appalto - ha scritto Firetto alla Regione - l'amministrazione del Parco, e dunque la Regione Siciliana, si priverebbe di un introito annuale del 23 per cento delle entrate, quantificabile approssimativamente in circa un milione di euro e forse più".

Non è d'accordo con il sindaco, però, il presidente di "Progetto Agrigento", Marcello Fattori secondo cui "La gestione delle biglietterie da parte di privati è un valore aggiunto per la valle dei templi, assicurando più professionalità e soprattutto molta più qualità, offrendo svariati servizi ai visitatori, totalmente mancanti nella gestione pubblica". Secondo Fattori, inoltre, «l'affidamento ai privati delle biglietterie e dei servizi aggiuntivi darebbe lavoro ad almeno una trentina di giovani disoccupati che conoscono bene le lingue».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X