LA GRANDE SETE IN SICILIA

Batteri nell'acqua in provincia di Agrigento, stop all'erogazione

CAMPOBELLO DI LICATA.  Una nuova emergenza nei comuni di Canicattì, Ravanusa, Campobello di Licata ed Agrigento a causa di tracce d'inquinamento nell'acqua distribuita da Girgenti Acque attraverso le condotte del Fanaco di proprietà di Siciliacque.
L'ente gestore ha comunicato che "a titolo prudenziale, nell'attesa degli esiti di ulteriori analisi, viene interrotto l'approvvigionamento idrico anche nei comuni di Canicattì ed Agrigento per la presenza di batteri nell'acqua. Ottenuto l'esito delle analisi sarà valutata ed eventualmente ripristinata la fornitura ai serbatoi comunali".
Nuovo caso di acqua inquinata nelle condotte del comune di Campobello di Licata. Dopo il caso verificatosi la scorsa settimana il sindaco, Giovanni Picone, è stato costretto ad adottare una nuova ordinanza con cui vieta ai cittadini l'uso dell'acqua per fini alimentari ed inoltre dispone la chiusura delle scuole. Il sindaco ha emesso l' ordinanza dopo che il laboratorio di analisi dell'Asp di Agrigento aveva comunicato "nell'ultimo campione la presenza di batteri coliformi"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook