AMMINISTRAZIONE

Demolizioni anche in provincia
a Palma di Montechiaro 900 case abusive

PALMA DI MONTECHIARO. Sono circa  900 le case abusive acquisite al patrimonio del Comune di Palma  di Montechiaro (Agrigento). La Giunta comunale, guidata dal  sindaco Pasquale Amato, ha già stabilito che sarà data priorità  agli immobili costruiti vicino al mare o in fondi di proprietà  dell'Iacp. Per eseguire le prime demolizioni il Comune ha  stanziato 23.833,50 euro. «Tale somma - scrive la Giunta -  rimane a carico del responsabile dell'abuso edilizio». Di fatto  il Comune, per i costi sostenuti nelle demolizioni si rifarà su  chi ha edificato abusivamente: una procedura che è stata  cristallizzata anche nel protocollo d'intesa siglato stamani con  la Procura di Agrigento.

«Al fine di elidere o ridurre le ipotesi di contenzioso  connesse alla pendenza di procedure di sanatoria, il Comune - è  stato scritto nel protocollo di intesa - si attiverà a trattare  con particolare urgenza i casi di manufatti per i quali sia  stata già inoltrata richiesta di condono». Anche a Palma di  Montechiaro, così come è stato ad Agrigento, la prima fascia di  demolizioni dovrà concretizzarsi «in zone ad inedificabilità  assoluta». Poi sarà la volta delle opere realizzate in zone ad  inedificabilità relativa ed, infine, tutte le altre opere  abusive «a partite da realizzazioni 'ex novò in centri abitati,  rispetto a quelle in zone periferiche e rispetto agli  ampliamenti di preesistenti edifici, con precedenza ai manufatti  più consistenti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook