POLIZIA

Lite in piazza a Porto Empedocle, ferito rischia di perdere un orecchio

di

PORTO EMPEDOCLE. Rischia di perdere il padiglione auricolare il trentasettenne che, nella tarda serata di martedì, è stato aggredito in piazza Raffaello, nel quartiere degli Indiani, di fronte la cementeria.  L’uomo, dopo un primo ricovero all’ospedale «San Giovanni di Dio» di Agrigento, è stato subito trasferito al reparto di Chirurgia plastica dell’ospedale «Civico» di Palermo dove i medici, per tutta la giornata di ieri, hanno cercato di salvargli l’orecchio. La posizione giuridica del presunto aggressore, ieri, risultava essere, nell’attesa di capire la prognosi del ferito, al vaglio della polizia di Stato.

Gli agenti del commissariato «Frontiera», coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli, nella tarda serata di martedì sono intervenuti in piazza Raffaello. Da poco si era conclusa una colluttazione fra due empedoclini. E ad avere la peggio era stato il trentasettenne. Pare, secondo le prime ricostruzioni investigative, che il trentasettenne in piazza avesse rivolto delle «pesanti avances» ad una ventenne. La ragazza lo avrebbe respinto ed allontanato in maniera categorica. A prendere le difese della giovane sarebbe stato - stando sempre alle ricostruzioni effettuate dalla polizia di Stato - il fratello. Fra i due empedoclini, che pare si conoscessero, sarebbe così scoppiato un alterco, ben presto trasformatosi in una vera e propria colluttazione. E sarebbe proprio durante la maxi scazzottata fra i due che il trentasettenne sarebbe rimasto gravemente ferito ad un orecchio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X