PALAZZO DI GIUSTIZIA

Procura e Tribunale di Agrigento, tempo di trasferimenti

di
Raggiunti i limiti previsti dalla legge per incarichi direttivi. Di Natale e Fonzo partecipano ai concorsi per Catania e Caltanissetta

AGRIGENTO. I vertici della Procura della Repubblica di Agrigento in corsa per dirigere l’ufficio giudiziario inquirente di Caltanissetta. Renato Di Natale e il suo vice Ignazio Fonzo hanno presentato la domanda per succedere a Sergio Lari, nominato procuratore generale di Caltanissetta. La corsa per un posto coinvolge altri diciassette magistrati, fra cui il procuratore aggiunto di Messina, Sebastiano Ardita, il pm di Palermo Antonino Di Matteo, Luigi Patronaggio, pg a Palermo, e il procuratore aggiunto di Palermo Teresa Principato. Inevitabilmente si apre con largo anticipo la corsa alla successione anche per i vertici della Procura di Agrigento.

La scadenza del mandato, per effetto della “legge Mastella” che fissa il tetto massimo in otto anni, non è imminente. L’incarico del procuratore Di Natale scade nel settembre dell’anno prossimo, quello dell’aggiunto Fonzo nel gennaio del 2017. La loro partenza potrebbe però essere anticipata se Di Natale dovesse essere scelto come procuratore nella sua città, Caltanissetta (in caso contrario dopo la scadenza del mandato ad Agrigento potrebbe andare in pensione), o se Fonzo dovesse diventare il nuovo procuratore di Catania dove ha fatto pure richiesta. Anche in questo caso sarebbe un ritorno nella propria città.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X