COMUNE

Nuove regole al cimitero di Favara, ma mancano i colombari

di
I loculi non verranno più realizzati sul posto dalle maestranze appartenenti al bacino degli ex lsu ma si ricorrerà all'acquisto di quelli prefabbricati

FAVARA. Si cambia sistema di costruzione al cimitero di Piana Traversa. I loculi non verranno più realizzati sul posto dalle maestranze appartenenti al bacino degli ex lsu ma si ricorrerà all'acquisto di quelli prefabbricati che comportano tempi di costruzione più celeri.

Ma i lavoratori socialmente utili non rimarranno con le mani in mano dovendo realizzare la piastra di fondazione su pali seguendo poi i lavori per l'ancoraggio dei prefabbricati attraverso un unico getto di calcestruzzo. La prossima sezione, che potrà ospitare 100 salme,verrà costruita con il nuovo sistema che comporterà una spesa di 37 mila euro, oltre iva.

"Il cimitero di via Capitano Callea - dice il nuovo dirigente, l'architetto Franco Criscenzo - è ormai al limite della saturazione. Le aree disponibili si sono ridotte ragion per cui l'unica soluzione è quella di dare corso al regolamento di polizia municipale che dispone la traslazione delle salme con oltre 50 anni di sepoltura all'ossario o nei colombari".

Questi ultimi sono piccole celle dove allocare i resti mortali dei defunti e dove è possibile collocare una piccola lapide. E siccome non c'è abbondanza di colombari, l'obiettivo del nuovo dirigente è di destinare l'ultima fila delle sezioni da realizzare a tale scopo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook