TRIBUNALE

Cade e finisce in ospedale, chiesto maxirisarcimento a Licata

di

LICATA. E’ un maxi risarcimento quello che una donna di Licata ha chiesto al Comune per essere caduta per strada mentre camminava. Caduta che sarebbe stata provocata, secondo quanto sostenuto dalla licatese in giudizio, dal fatto che il marciapiede della strada in questione era, all’epoca, dissestato.

L’episodio si è verificato nell’ormai lontano 2011 in via Guidotto, nella periferia cittadina. La donna, secondo lei a causa del marciapiede dissestato, mentre percorreva a piedi la via cadde e fu costretta a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso. Non appena si riprese si rivolse ad un avvocato, e fece causa al Comune. L’ente venne citato in giudizio perché liquidasse alla donna un risarcimento di ben 25.890 euro. Allora il Comune si costituì in giudizio, davanti ai giudici del Tribunale civile di Agrigento, ed ebbe ragione. Il giudice, infatti, rigettò la domanda risarcitoria presentata dalla licatese.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X