Scala dei Turchi, lunedì cadrà "l'ultimo abuso"

REALMONTE. Mentre all'ombra della Valle dei templi continuano a fare il loro lavoro ripristinando la legalità dopo anni di sfregi e abusi edilizi, le ruspe scaldano i motori per tornare alla Scala dei Turchi dove dovrà essere demolita una casa abusiva con vista mozzafiato sulla scogliera di marna bianca candidata a diventare patrimonio dell'Unesco.

«È in programma lunedì 19 ottobre l'intervento di demolizione, nell'area bonificata verrà realizzata una piazzola panoramica», ha comunicato ieri il sindaco di Realmonte, Lillo Zicari. Ad aggiudicarsi nelle scorse settimane i lavori per la demolizione del manufatto realizzato abusivamente - con un ribasso dello 0,50% rispetto alla base d'asta di 16.500 euro - è stata l'impresa Mediterranea Servizi di Racalmuto. L'intervento è tra quelli il cui iter fu avviato dopo il primo "monito" del procuratore aggiunto Ignazio Fonzo che da due anni chiede alle amministrazioni comunali di procedere subito con le demolizioni laddove sono stati accertati con sentenza definitiva abusi edilizi. I primi a cadere, per effetto di diverse sentenze, furono gli ecomostri simbolo del saccheggio della costa agrigentina: quello della Scala dei Turchi e quelli di Lido Rossello. Subito dopo, accanto alla scogliera bianca, con una nuova colata di cemento, stavano nascendo come funghi diverse "villette vip".

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook